Distrito Federal

Storia curiosa quella di questo Distretto, come curiosa è la storia di Brasilia, capitale nata quasi da un'utopia. Un insieme di aspirazioni urbanistiche e politiche

Il Distrito Federal è una delle 27 regioni o unità federative di cui si compone il Brasile. Deve la sua importanza prevalentemente al fatto di avere al suo interno Brasilia, cioè la capitale; città questa decisamente molto giovane, essendo nata solo nel 1960 proprio per rispondere ad un progetto politico che voleva trasferire altrove la capitale dal Rio de Janeiro. Sembra esserci molta artificialità e politica dietro questa unità federativa che oltre alla città di Brasilia è composta da regioni amministrative come Sobradinho, Gama, Guarà e Ceilandia. Parliamo di artificialità perché queste regioni inizialmente non facevano neanche parte di questo progetto: furono aggiunte solo dopo e prevalentemente per diventare una sorta di quartieri dormitorio riservati ai lavoratori che stavano dando vita a Brasilia. Oltre a ciò nei progetti c'era anche quello di diventare città satelliti per ospitare tutti coloro che si sarebbero riversati in massa su Brasilia prevalentemente per lavoro.

A dire il vero, fin dalla originaria costituzione repubblicana, l'idea di trasferire la capitale da Rio de Janeiro era presente. Già dal 1891 fu addirittura costituita una commissione di studio, costituita da biologi, medici, botanici ed altri scienziati, per determinare il luogo adatto a ciò. Fu nel Planalto Central che venne individuato questo luogo; chiamato Quadrilatero Cruls fu sottoposto al giudizio governativo nel 1894. Anche nel 1922 l'idea venne rispolverata e il Goias divenne il nuovo luogo prescelto ma, ancne questo progetto rimase inattuato. Si arriva poi nel 1955 quando l'allora candidato presidente Kubitschek riprende seriamente questo progetto, iniziandolo effettivamente una volta eletto. Così si diede vita ad un concorso pubblico vinto da Lucio Costa. Ma venne coinvolto anche il celeberrimo architetto Oscar Niemeyer che partecipò alla progettazione della nuova città. Una città la cui edificazione fu velocissima: solo tre anni. Fu però il decennio tra il 1960 e il 1970 che vide concludersi il totale trasferimento della struttura governativa.

Particolare la sua storia e atipica la sua struttura: il Distrito Federal non è uno stato e nemmeno una città amministrativamente parlando. ha una costituzione che ne impedisce la suddivisione in comuni e Brasilia, pur essendo la capitale della Repubblica non è capitale del distretto. È inoltre il più piccolo territorio autonomo del Brasile. Ciò che è certo è che il Distrito Federal, con Brasilia, è un'opera di pianificazione territoriale quasi utopistica. E, pur essendo nata solo negli anni '60 è stata dichiarata dall'UNESCO Patrimonio Culturale dell'Umanità. Chi ama l'architettura non può prescindere da una visita a questo incredibile progetto urbanistico e politico.




Scrivici se hai domande o commenti sul lavoro in Brasile

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Nome *

Email *

Commento